2015/02/16

Tipi di amore

Esistono diversi tipi di amore ed è importante saperli distinguere. Questi sono quelli che mi vengono in mente:
  • L'amore generoso: è il desiderio di aiutare qualcuno senza aspettarsi nulla in cambio e senza desiderare che la persona amata cambi qualcosa nella sua personalità o nel suo comportamento in un senso che noi consideriamo auspicabile. Include il desiderio che la persona amata si liberi o si mantenga libera da legami o obblighi, compreso quello di ricambiare l'amore ricevuto. E' il tipo di amore più raro e nobile.
  • L'amore sfruttatore: è il desiderio di essere serviti dalla persona amata.
  • L'amore possessivo: è il desiderio di tenere la persona amata legata a sé e di limitare la sua libertà di essere e fare ciò che vuole
  • L'amore economico: è il desiderio di scambiare qualcosa con una certa persona secondo la formula del "do ut des".
  • L'amore gregario: è il desiderio di rinunciare alla propria libertà per appartenere a qualcuno o ad una collettività che ci protegga, aiuti, guidi e deresponsabilizzi.
  • L'amore estetico: è l'incantesimo o fascino più o meno ipnotico che si subisce di fronte alla bellezza.
  • L'amore sessuale: è il desiderio sessuale istintivo.
  • L'amore compassionevole (empatico): è il desiderio di aiutare chi soffre e di lenire il suo dolore, quando la vista della sofferenza altrui provoca sofferenza in sé.
  • L'amore grato: è il desiderio di ricompensare la persona che ci ha fatto del bene.
  • L'amore diritto/dovere: è l'amore considerato un diritto o un dovere come conseguenza di una promessa formale (matrimonio) o informale
  • L'amore conformista: è l'amore che si prova perché è normale provarlo, quasi tutti lo provano e non provarlo sarebbe inumano
  • L'amore masochista: è il desiderio di essere maltrattati dalla persona amata.
  • L'amore sadico: è il desiderio di una persona che accetta di farsi maltrattare da noi.
  • L'amore di sé: è il culto di se stessi, il narcisismo, l'egoismo puro.
  • L'amore vanitoso: è il desiderio di una persona per il prestigio che essa ci conferisce.
  • L'amore divertente: è il desiderio di una persona che ci fa divertire
  • L'amore rassicurante: è il desiderare una persona che aumenta la nostra autostima e ci fa sentire degni di essere amati
  • L'amore dipendente: è il desiderio di una persona senza la quale si pensa di non poter vivere
  • L'amore pauroso: è l'amore che si prova per paura di ritorsioni in caso di sua assenza; appartiene a questo tipo l'amore verso Dio, che è imposto con la minaccia dell'inferno
  • L'amore reciproco: è il desiderio di essere desiderati; si annulla appena la persona amata smette di manifestare interesse per noi.
  • L'amore a pagamento: è il desiderio di ottenere prestazioni sessuali sulla base di un pagamento in denaro, senza alcun altro impegno o dovere.
  • L'amore presunto: è l'amore che non c'è ma si crede che ci sia
  • L'amore cieco o aberrante: è l'amore che ci fa vedere nella persona amata cose che non esistono e non ci fa vedere cose che esistono
  • L'amore affine: è l'amore per chi è (o crediamo che sia) uguale a noi
  • L'amore amico: è l'amore per chi è (o crediamo che sia) nostro amico
  • L'amore curioso: è l'amore per ciò che è nuovo e che abbiamo voglia di scoprire
  • L'amore utile o strumentale: è l'amore per chi ci aiuta a risolvere un problema o a raggiungere un obiettivo
  • L'amore per la verità e la conoscenza
  • L'amore per la propria libertà: il desiderio di essere sempre liberi di scegliere (di fare e pensare) quello che riteniamo giusto e/o utile a noi e agli altri senza pressioni da parte di nessuno.
In un rapporto umano questi tipi di amore sono normalmente mescolati tra loro con intensità variabili.

Per i Greci l'amore poteva essere:
  • Agape (αγάπη) è amore di ragione, incondizionato, anche non ricambiato, spesso con riferimenti religiosi: è la parola usata nei vangeli.
  • Philia (φιλία) è l’amore di affetto e piacere, di cui ci si aspetta un ritorno, ad esempio tra amici.
  • Eros (έρως) definisce l’amore sessuale.
  • Anteros (αντέρως) è l’amore corrisposto.
  • Himeros è la passione del momento, il desiderio fisico presente e immediato che chiede di essere soddisfatto.
  • Pothos è il desiderio verso cui tendiamo, ciò che sogniamo.
  • Stοrge (στοργή) è l’amore d’appartenenza, ad esempio tra parenti e consanguinei.
  • Thelema (θέλημα) è il piacere di fare qualcosa, il desiderio voler fare.
Almeno riguardo all'amore gli antichi greci erano più intelligenti di noi, in quanto usavano diverse parole per indicare diverse cose che noi mettiamo sotto lo stesso nome, col risultato che ognuno dà all'amore il significato che gli conviene, e regna la confusione.

"Amore" è, a mio parere, una parola vaga, un nome inventato per mistificare e nobilitare il piacere, il desiderio e il bisogno di avere e di dare, di interagire.

Nessun commento:

Posta un commento

Blog di Bruno Cancellieri